WWW.PALERMOPRESENTE.COM

FOTOGRAFI A PALERMO TRA '800 E '900

images

I SEFFER

UN ARCHIVIO RITROVATO

di GIUSEPPE SINATRA


scansioni positive da lastre di vetro negative, gelatina a sviluppo.

 

L’imitazione degli atteggiamenti caratteristici degli adulti era una soluzione utile per eludere la dimensione omologante di un atelier.

Il ritratto eseguito in Atelier dava garanzie di ottima riuscita; di conseguenza vi accedevano anche le classi meno abbienti, come si evince dall’abbigliamento dimesso talvolta evidente.

 

Per i bambini, l’iconografia riproduceva stereotipi ottocenteschi, come la classicità della posa o l’inserimento del soggetto in un contesto ludico e fiabesco .
L’espediente di includere nel ritratto i giocattoli preferiti dal bambino, oppure quelli forniti dall’atelier, serviva ad ottenere dal soggetto l’acquiescenza alla posa .

Il ritratto di coppia, come quello di gruppo, materializzava gli affetti familiari e attraverso la trasmissione generazionale li affidava alla custodia della memoria.

 

Allora come oggi, gli sposi venivano immortalati da soli e poi in compagnia di parenti e testimoni di nozze.
Si enfatizzava il legame delle nuove famiglie con quelle di provenienza, fermando nella dimensione affettiva spazio-temporale l’ esistenza e la presenza degli individui .

 

 

Il desiderio di autorappresentazione teatrale traeva sicuramente spunto dalle suggestioni che moda e divismo avevano ormai esteso alla ritrattistica fotografica. L’atelier forniva i costumi idonei a realizzare un’ideale scenografia .
La richiesta di ritratti differenziati nella stessa seduta di posa indica la volontà di porsi ai fruitori delle immagini in una varietà di aspetti che potesse svelare e rendere univocamente palese la personalità del soggetto.

 

 

 

Seguono esempi di posa da fototessera : la vocazione delle fotografie di ritratto, soprattutto quella scientifico-burocratica (con funzione meramente di riconoscimento) si realizzava sempre più nella fototessera : un misto di carte da visite e foto/documento o foto segnaletica, in cui il rapporto tra fotografo e soggetto veniva scavalcato da un posa automatica anticonvenzionale, immediata e casuale.

 

lastre originali :

collezione Veneziano, Palermo


 

home